Warning: A non-numeric value encountered in /home/marcoruf/public_html/aidos.it/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5837

SIRIA – Rafforzamento della clinica della SFPA come Centro per la salute delle donne, adolescenti e uomini: esperienza pilota nella clinica di Halbouni a Damasco

2007 – Diritti e salute sessuale e riproduttiva

Dove

SIRIA – Halbouni, periferia di Damasco

Partner

Syrian Family Planning Association (SFPA)

La situazione

La Siria ha una popolazione di circa 17.98 milioni di abitanti, di cui il 39.4% ha meno di 15 anni. L’indice di crescita demografica è ancora alto, nonostante il calo degli scorsi decenni. Il tasso di fertilità nel 2004 era pari a 3,5 figli per donna; la percentuale di donne sposate che fanno uso di metodi contraccettivi è ancora bassa. Il matrimonio precoce, in modo particolare per le ragazze, prevale tra i segmenti più poveri della popolazione e tra i meno istruiti. Il contesto familiare è quello in cui avviene il maggior numero di violenze. L’informazione su temi relativi alla sessualità e al comportamento sessuale è ancora insufficiente   e  molto influenzata da fattori socio-culturali e religiosi. Nonostante la presenza su tutto il territorio nazionale di Centri per la salute che offrono servizi per la salute riproduttiva e di pianificazione familiare, gratuitamente o dietro pagamento di tariffe simboliche,  la maggior parte delle persone ricorre ai servizi di migliore qualità del settore privato: tra questi le cliniche della Syrian Family Planning Association (SFPA).

Obiettivi

Il progetto vuole migliorare il benessere fisico, psicologico  e sociale di donne, uomini e adolescenti che vivono a Damasco, nella periferia della città e nelle aree rurali, attraverso il raggiungimento di migliori standard di salute riproduttiva.  L’obiettivo specifico è di introdurre nel Paese un approccio olistico alla salute riproduttiva, rafforzando le capacità della Clinica di Halbouni di servire  come consultorio al fine di: migliorare la salute riproduttiva; promuovere  una pianificazione familiare responsabile; ridurre la mortalità materna e neonatale; contribuire alla riduzione della diffusione delle malattie a trasmissione sessuale e dell’HIV/AIDS; aumentare la consapevolezza degli/lle adolescenti e dei/lle giovani sui temi della salute riproduttiva; ridurre l’incidenza dei matrimoni e delle gravidanze precoci; prevenire e ridurre l’incidenza della violenza di genere. Per raggiungere questi obiettivi, la Clinica offre:

  • assistenza ginecologica e ostetrica primaria, prevenzione del cancro all’utero e al seno, assistenza pre e post parto, consulenza e servizi sulla pianificazione familiare
  • consulenza psicologica, sociale e legale
  • programmi di sensibilizzazione e informazione per uomini, donne e adolescenti
  • visite domiciliari
  • prevenzione e trattamento della violenza di genere attraverso la sperimentazione, l’adattamento e l’adozione delle linee guida UNFPA sulla violenza di genere. Il progetto prevede: la produzione e distribuzione di materiali informativi ed educativi; lo screening di tutte le utenti sulla GBV; nel caso di denuncia di una violenza, è previsto il riferimento a strutture specialistiche esterne oppure, riferimento interno alla struttura per il trattamento del caso
  • training on-the-job per il personale siriano sulla gestione delle attività della Clinica, l’uso di attrezzature mediche specialistiche.

La SFPA  replicherà l’esperienza pilota della clinica di Halbouni nelle sue 19 cliniche sparse su tutto il territorio nazionale siriano.

Risultati

Beneficeranno del progetto 250 uomini e 8250 donne. Circa 2000 donne ogni anno accedono al Centro che prevede di offrire:  6.000 servizi sanitari garantiti da una ginecologa, un’ostetrica, un’infermiera e una fisioterapista;  servizi di assistenza socio-psicologica a 400 donne e 250 uomini e adolescenti, garantiti da una psicologa e uno psicologo e da un’assistente sociale;  servizi legali a 200 donne garantiti da un’avvocata che  assicurerà un servizio di orientamento e assistenza  per seguire i casi di richieste di alimenti,  separazione/divorzio, violenze coniugali, ecc.

Costo del progetto

971.531 Euro

Durata del progetto

1/05/2007 –  31/01/2012

Chi finanzia

Commissione Europea (75%), SFPA, AIDOS, Tavola Valdese

Scheda del progetto

Testimonianze dal campo…

Per approfondire la metodologia AIDOS

Attendi...

Iscriviti alla nostra newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sui nostri eventi e attività