Warning: A non-numeric value encountered in /home/marcoruf/public_html/aidos.it/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5837

BURKINA FASO – Programma “LRRD” per rafforzare la resilienza delle comunità vulnerabili all’insicurezza alimentare e nutrizionale nelle province di Soum e Loroum

2017 – Diritti e salute sessuale e riproduttiva

Dove

Burkina Faso: Provincie di Soum (communes de Kelbo, Djibo et Tongomayel Regione Sahel) e di Loroum (Regione Nord)

Partner

LVIA (capofila); AIDOS; CISV; GVC; IRC; CEAS; PMM; Reach Italia; Fondation TdH Italia; Associazione FNGN (Burkina Faso); Associazione CRUS (Burkina Faso)

La situazione

L’area di intervento del progetto di emergenza si trova nelle zone a rischio di frontiera con il Mali. È caratterizzata  da  povertà, mancanza di sicurezza alimentare e nutrizionale  e scarso accesso ai servizi di base (salute, acqua e servizi igienici).  La mancata o non corretta applicazione dei testi che regolano il decentramento amministrativo, insieme alla  mancanza di dialogo tra  società civile e  rappresentanti eletti,  rendono più difficile la governance.

Obiettivi

Obiettivo generale:  rafforzare la resilienza  delle comunità, delle famiglie e degli individui vulnerabili all’insicurezza alimentare e nutrizionale .
Obiettivi specifici: migliorare la prevenzione della malnutrizione e l’accesso delle famiglie e dei gruppi vulnerabili  ai servizi di base (salute, acqua e servizi igienici); migliorare  la capacità produttiva delle famiglie e dei gruppi vulnerabili e il loro accesso a una alimentazione diversificata; rafforzare la capacità delle istituzioni e delle comunità locali  di garantire  una buona gestione della sicurezza alimentare,  nutrizionale e sanitaria.

Beneficiari/e

Beneficiari diretti : 70.000 donne (circa un terzo delle donne incinte o che allattano) e 65.000 bambini sotto i 5 anni tutti destinatari; 12.500 persone che beneficeranno delle reti di sicurezza sociale  e, in parte (50%), delle attività produttive;  4.500 persone (agricoltori, allevatori e le loro famiglie) beneficeranno di attività produttive; 2.000 adulti (consulenti e tecnici comunali, membri di Wuas e  dei comitati di gestione dell’ acqua, il personale delle ONG e altre OCS di cui il 25% donne) beneficeranno dell’attività R3;  circa 1.000 operatori sanitari e  volontari delle comunità (50% donne), per un totale di 160.000 persone e una copertura della popolazione del 43,4%.

Beneficiari indiretti: 368.000 abitanti dei 6 Comuni target del progetto, beneficeranno di un migliore accesso ai servizi di base (acqua, salute e servizi igienici) e, in generale, di una migliore governance locale.


Cosa fa AIDOS

AIDOS realizza attività di formazione e sensibilizzazione in materia di salute materna e infantile e di salute sessuale e riproduttiva (SSR e violenza sessuale e di genere (VSdG) incluse le mutilazioni genitali femminili (MGF), per rafforzare le capacità del personale sanitario di realizzare  attività nel campo della nutrizione,  delle politiche di assistenza gratuita per i bambini sotto i 5 anni e le donne in gravidanza e in allattamento,  permettendo un migliore accesso ai  servizi sanitari di base.

AIDOS realizzerà 8 sessioni di formazione di formatori/trici su SSR, HIV, violenza di genere, pianificazione familiare, mutilazioni genitali femminili (MGF) e matrimonio precoce, di tre giorni ciascuna, per 56 partecipanti nel SOUM e 48 partecipanti nel LOROUM. Le stesse persone riceveranno un aggiornamento alla fine del progetto.

Verranno costituti team di formatori/rici che animeranno a loro volta delle formazioni di 2 giorni ciascuna rivolte agli/alle animatori/trici sanitari della comunità nei distretti sanitari del SOUM e del LOROUM (in totale 24 moduli formativi di 2 giorni rivolti a 690 persone).

Formazione di rappresentanti locali sulle stesse tematiche e su come integrare attività specifiche sulla violenza di genere nei piani di sviluppo locali. Verranno realizzate 2 formazioni rivolte a 48 rappresentanti locali (24 nel SOUM e 24 nel LOROUM) che riceveranno altresì assistenza tecnica specifica e un fondo per poter integrare e realizzare attività specifiche sulla violenza sessuale e di genere.

Saranno prodotti materiali di sensibilizzazione su MGF, matrimonio precoce, salute sessuale e riproduttiva e pianificazione familiare (5000 magliette e 5000 manifesti),  utilizzati dagli  operatori sanitari  e dai volontari  per le loro sensibilizzazioni nella comunità.

Risultati attesi

R1offerta di servizi per la salute, l’accesso all’acqua e a servizi igienico-sanitari; miglioramento delle conoscenze, attitudini  e pratiche per la prevenzione della malnutrizione  a livello delle comunità; R2miglioramento dell’accesso al cibo per le famiglie più povere e aumento delle loro capacità produttive; R3rafforzamento delle  capacità degli attori locali nella pianificazione, coordinamento e monitoraggio delle attività di sicurezza alimentare e nutrizionale e di gestione dei rischi e di reazione alle catastrofi.

Nel quadro del progetto, nel mese di maggio 2018 si sono svolti nel nord del paese 2 corsi di formazione di formatori su SRHR, comprese le MGF. I corsi erano rivolti al personale sanitario delle strutture pubbliche e a operatori di comunità che formeranno a loro volta gli operatori sanitari che lavorano sul campo sulle stesse materie al fine di migliorare l’accesso delle donne e delle ragazze ai servizi di  SRHR disponibili e prevenire pratiche dannose come le MGF.

Durata del progetto

maggio 2017 –  febbraio 2020

Costo del progetto

5.263.158,00 €

Chi finanzia

Unione Europea (5.000.000,00 €) nell’ambito del Fondo Fiduciario d’Urgenza per l’Africa

Scheda del progetto

Attendi...

Iscriviti alla nostra newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sui nostri eventi e attività