Warning: A non-numeric value encountered in /home/marcoruf/public_html/aidos.it/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5837

ITALIA – Assicurare il sostegno a lungo termine dell’Italia al Fondo Globale e alla Salute Globale – Ensuring Italy’s long-term support to the Global Fund and Global Health

2018 – Diritti e salute sessuale e riproduttiva

Il progetto costituisce la prosecuzione di un progetto precedente “Rafforzare l’impegno dell’Italia verso il Fondo Globale contro AIDS, Tubercolosi e Malaria”.

Dove

Italia

Partner

L’iniziativa è realizzata in sinergia con progetti che altre organizzazioni della società civile aderenti al Global Fund Advocates Network (GFAN) stanno portando avanti nei propri Paesi. In Italia, il progetto, è coordinato da AIDOS  per conto dell’Osservatorio,  rete di  11 ONG impegnate nella lotta contro l’AIDS e il diritto alla salute.

La situazione

HIV/AIDS – L’HIV continua a essere un importante problema di salute pubblica globale che ha causato  finora  oltre 35 milioni di morti. Nel 2016, a livello globale,  sono state 1 milione le persone morte per cause correlate all’HIV. Nello stesso anno, le persone con l’HIV nel mondo erano circa 37 milioni con 1,8 milioni di nuove infezioni. A metà 2017, 20,9 milioni di persone affette da HIV stavano ricevendo la terapia antiretrovirale salvavita a livello globale. Sono sottoposte a questa terapia il 76% delle donne incinte o in allattamento. L’Africa subsahariana è la regione più colpita, con 25,6 milioni di persone che vivono con l’HIV nel 2016 e rappresenta anche quasi i due terzi del totale globale di nuove infezioni da HIV. Si stima che attualmente solo il 70% delle persone con HIV conoscano il loro stato. Per raggiungere l’obiettivo del 90%, altri 7,5 milioni di persone devono accedere ai servizi di test HIV (OMS, Factsheet  2018). TUBERCOLOSI – Sebbene a livello globale la tubercolosi sia in calo del 2% annuo, la malattia rimane una delle prime 10 cause di morte in tutto il mondo. Occorre  un declino annuale del 4-5% per raggiungere l’obiettivo della sconfitta della malattia entro il 2030. Nel 2016, 10,4 milioni di persone si sono ammalate di tubercolosi e 1,7 milioni sono morti a causa della malattia. Oltre il 95% dei decessi per tubercolosi si verifica nei paesi a basso e medio reddito. Nel 2016, circa 1 milione di bambini si sono ammalati  di tubercolosi e sono morti  250.000 bambini. Si stima che 53 milioni di vite siano state salvate attraverso la diagnosi e il trattamento della tubercolosi tra il 2000 e il 2016 (OMS, Factsheet 2018). MALARIA – Nel 2016 si sono registrati 216 milioni di casi di malaria in 91 paesi, con un aumento di 5 milioni di casi rispetto al  2015. Le morti per malaria hanno raggiunto 445.000 nel 2016.  Il 90% dei casi di malaria e il 91% dei decessi a causa della malattia si registrano nella regione africana dell’OMS. I fondi complessivi per il controllo e l’eliminazione della malaria hanno raggiunto i  2,7 miliardi di dollari nel 2016.  Più della metà (57%) delle risorse nel 2016 sono state impegnate attraverso il Fondo globale per la lotta all’AIDS,  tubercolosi e  malaria (Fondo globale) (OMS, Factsheet 2018)

Obiettivi

Il progetto vuole garantire che l’Italia:

  1. riconfermi l’ Aiuto pubblico allo sviluppo (APS) per la salute e il Fondo globale come priorità nei suoi documenti triennali di programmazione e di politica sulla cooperazione allo sviluppo
  2. si impegni nuovamente a sostenere il Fondo Globale
  3. mantenga almeno l’attuale contributo ed eventualmente lo aumenti in occasione della sesta Conferenza di rifinanziamento del Fondo Globale nel 2019

Tali obiettivi saranno raggiunti:

  1. posizionando efficacemente  l’Osservatorio nel panorama politico italiano successivo alle  elezioni politiche del  4 marzo 2018
  2. sviluppando nuove sinergie dell’Osservatorio  con altre reti / coalizioni sia in Italia che all’estero
  3. sviluppando e implementando una strategia basata su advocacy, analisi delle politiche e comunicazione.
Costo del progetto

285,887 Euro

Durata del progetto

1 Maggio 2018 – 15 Agosto 2020

Scheda del progetto

 

Attendi...

Iscriviti alla nostra newsletter

Riceverai gli aggiornamenti sui nostri eventi e attività